Ultima modifica: 9 febbraio 2018

Viaggio di studio degli studenti dell’IIS L.Da Vinci Fascetti sul confine orientale

Viaggio di studio sul Confine Orientale: sei studenti e tre insegnanti di Pisa scelti dalla Regione

Frequentano tre scuole superiori pisane i sei studenti che sono stati selezionati per partecipare al ‘Viaggio di Studio sul Confine orientale’, tra Friuli Venezia Giulia e Istria, organizzato dalla Regione Toscana in collaborazione con la ‘Rete degli Istituti Storici della Resistenza’ e l’Ufficio Scolastico Regionale dal 12 al 16 febbraio

Sono Lorenzo Marinsalda e Lorenzo Quattrina dell’IIS ‘Da Vinci-Fascetti’, accompagnati dal prof. Giovanni Cammilleri; Alessia Gronchi e Letizia Provinzano, accompagnate dalla prof.ssa Silvia Pagnin dell’IPSAR ‘Matteotti’; Diletta Pardini e Christian Taccola dell’IIS ‘Galilei-Pacinotti’ Tecnico Economico Indirizzo Turismo, accompagnati dal prof. Simone Pecori. Lunedì prossimo saliranno sugli autobus a Firenze alla volta di Trieste e dell’Istria. I tre docenti accompagnatori, insieme ad altri 22 insegnanti della Toscana, si sono formati a partire dall’agosto scorso in una Summer School a Rispescia (GR) e in altri importanti convegni.

Il viaggio, organizzato in occasione del ‘Giorno del Ricordo in memoria delle vittime delle Foibe, dell’esodo giuliano-dalmata e della vicenda del Confine orientale’, toccherà alcuni luoghi significativi e permetterà agli studenti, che si confronteranno con esperti e testimoni, di comprendere a fondo il contesto storico delle intricate e spesso non conosciute vicende del cosiddetto ‘Confine difficile’.

Nel programma del viaggio sono da sottolineare la visita al Sacrario di Redipuglia; la visita e il pernottamento a Trieste e i suoi luoghi della memoria; la visita del cimitero e del campo di concentramento di Gonars; la visita della foiba di Basovizza; la visita del campo di concentramento e di sterminio della Risiera di San Sabba; la visita del centro raccolta profughi di Padriciano; la visita della cittadina di Fiume (dove studenti e insegnanti si incontreranno con i colleghi della scuola superiore italiana di Fiume); la visita di Albona e infine la visita guidata del Museo del deportato di Carpi e del campo di concentramento di Fossoli. Al ritorno da questo impegnativo viaggio, gli studenti racconteranno esperienze, suggestioni e testimonianze ai compagni della loro scuola affiché possano conoscere e comprendere meglio tragedie e speranze della storia italiana.